Si dice grano antico? No, si chiama semplicemente grano sano!

Dal dolore al valore del mio grano antico

Negli ultimi anni si è voluto dare un accezione romanzata a delle varietà locali di grano affibbiandogli l’appellativo romantico di “grano antico”.

Questo epiteto ha vestito questi grani di un’area quasi miracolosa provocando a volte spunti di disinformazione, appigli facili per genetisti, grosse aziende molitorie e agronomi che di inesattezze puramente storiche e non nutrizionali ne hanno fatto dei propri punti di forza lavorando contro quello che io definisco libera agricoltura.

Per evitare questi inutili e non costruttivi fraintendimenti in questo blog e nella scuola Laboratorio in Corso, abbandoneremo sempre più l’appellativo di “grano antico” e parleremo semplicemente di grano sano, un grano utile al nostro benessere ed al nostro ambiente, un grano la cui farina, oltre a donare prodotti finiti come pane, pizze e dolci di comprovato gusto, sono grani le cui farine hanno un glutine molto meno aggressivo rispetto alle cultivar più recenti create dall’uomo all’interno di laboratori e che ahimè occupano la gran parte del nostro consumo quotidiano.
Partiremo quindi nel fare un lavoro senza dubbio singolare mai fatto fino ad ora ma di indubbia utilità sia alla nostra cultura che al nostro benessere, chiameremo ogni farina o le farine utilizzate con il nome dei grani che sono stati macinati, un lavoro sicuramente straordinario sotto ogni punto di vista, un percorso di estrema chiarezza ma nel contempo di profonda semplicità per comprendere al meglio il meraviglioso mondo dell’agricoltura e dei mulini.

Eviteremo superflui confronti tra farine puramente industriali e quelle non intaccate dall’ottica esclusiva della quantità e ci concentreremo invece a comprendere le differenze tra i grani, guardando il mondo dell’arte bianca dal punto di vista del chicco di grano con l’unico intento di sederci dalla parte della salute e poter perseguire così l’unico obbiettivo per cui noi siamo nati, stare bene anche dentro e fuori dalla tavola.

Cercheremo il più possibile di evitare di usare il nomignolo “grano antico” nell’ugual maniera di come eviteremo l’uso alimentare di grani carichi di glutine con il solo scopo utile agli stress meccanici e non certo al nostro intestino.

Scanseremo il facile consumo mentre coglieremo il profondo valore della biodiversità.
Ma prima di ogni viaggio come di consueto bisogna prima conoscerne il territorio e noi lo faremo partendo proprio dal grano cercando di capire quando si può definire sano.

Sei interessato ai nostri corsi?

Scrivici e sarai ricontattata/o dal nostro staff

 

Contattaci

 

Contattaci!